Loading

Archive

CrowdFunding: 5 errori da evitare !

Crowdfunding al meglio

Molti di voi conoscono cos’è il crowdfunding e siti come Musicraiser, Pladgemusic, o Sell A Band (ma ce ne sono molti altri). Si tratta di siti che offrono la possibilità di proporre idee e trovare finanziatori pronti a sostenerle.
Buone Notizie! Un sondaggio dimostra che il 54% di tutta la musica sostenuta dalle campagne è un successo. La cattiva notizia è che il 46% fallisce. Come evitare ?

1)L’insufficiente forza che vi è dietro la proposta

Molte persone pensano che la ragione per cui una band su un sito di Crowdfunding fallisce è perché non hanno abbastanza fans. Questo semplicemente non è vero, perché ciascuno è connesso con abbastanza amici e parenti da potersi assicurare una ragionevole entrata di denaro.
Il fallimento è dovuto all’incapacità di mostrare a quegli amici, fans e parenti che quel denaro supporterà una giusta causa. Questo succede quando si ha una buona causa dietro il proprio progetto, ma non si è capaci di spiegarlo per un cattivo marketing, oppure si sta per realizzare un progetto che non coinvolge sufficientemente le persone.

2) Un progetto di aspettative troppo alte per le tue possibilità di influenza

Una delle idee più errate è pensare che un sito Crowdfunding sia una community di persone che cercano progetti interessanti su cui scommettere. Con i progetti musicali in Crowdfunding, tu devi fare affidamento al 99% sui tuoi contatti personali esistenti : devi creare il tuo circolo di influenze coinvolgendo amici, famiglia e fans che ti aspetti puntino su di te.

3)Non lavorare abbastanza duramente

Il tuo progetto in Crowdfunding ti richiede di ricercare persone e metterti quanto più possibile in contatto con loro. Manda semplicemente email, pubblicizza la tua pagina Facebook per un mese fino a quando non avrai ottenuto un certo consenso. Hai bisogno di inviare email personali, privilegiare un contatto faccia a faccia e parlare alle persone facendo comprendere chiaramente cosa cerchi da loro.
Quasi tutti dichiarano di aver timore di chiedere direttamente del denaro. E’ meglio però non girarci intorno e tantomeno intraprendere la via della passività: hai bisogno di mostrare alle persone che tu credi nel tuo progetto, e in quello che stai facendo per lavorarci al meglio. Quando le persone colgono la tua passione ti risponderanno con il supporto e dedicandoti del tempo.

4)Rinunciare troppo presto

Molti progetti in cerca di finanziamenti nascono e muoiono nel giro di pochi secondi. Se i tuoi obiettivi ti sembrano troppo distanti nella terza settimana o dopo 30 giorni di campagna, non considerare persa la causa. Dedicatici e sponsorizzala come non hai mai fatto nella tua vita. Solo una sana determinazione puoì aiutarti nel tuo progetto!

5)Ricompense imprecise

I tuoi sostenitori più presenti e affezionati, impegnati nel tuo progetto, spesso non trovano ricompense allo stesso livello del loro impegno. Il tuo maggiore lavoro però, è proprio quello di premiare i sostenitori perché così si impegnino quanto più possibile.
Se il tuo sostenitore è pronto a mostrare un livello di finanziamento molto alto,ma tu non gli offri il sufficiente per rendere possibile questo impegno sarà una perdita per entrambi: lui non sentendosi ripagato si accontenterà del minimo impegnandosi il minimo, e tu perderai una potenziale occasione di finanziamento al tuo progetto.
Creare ricompense è un’arte e richiede una profonda comprensione verso i tuoi fans e verso il modo in cui hai intenzione di strutturare il tuo progetto. In altre parole, il tuo progetto è come un pre-ordine in cui il valore reale che si percepisce corrisponde esattamente al premio.

In conclusione

Quando progetti di lanciare il tuo progetto in crowdfunding per la tua band, presta una forte attenzione a questi cinque punti così che tu possa gradualmente evitare di incappare negli insuccessi, che mineranno la tua presenza sul sito. Ricorda sempre che in ogni caso, l’avere musica di alto livello è un must!

” Vuoi aiutare la musica emergente ? Condividi l’articolo tra i tuoi amici musicisti, grazie !! ”

Read More →

Guida per Musicisti che odiano i Social Media

Non si può scappare dai social media, che tu li ami o li odi, un musicista sa perfettamente che oggi sono uno dei modi più efficaci di promuovere la propria musica. Certo, il rischio più grande che si corre oggi è quello di finire a vivere la propria vita con la faccia sul telefono, dimenticandoci di instaurare rapporti da vivere dal vivo, dimenticando cosa voglia dire comunicare con l’altro.

Il segreto è quello di sapere gestire l’utilizzo dei social senza dimenticarsi di coltivare anche la vita fuori dalla realtà virtuale.

Ecco allora qualche suggerimento per dare il giusto e indispensabile spazio ai social senza finirne intrappolati.

1. Ritagliarsi del tempo da dedicare esclusivamente alla comunicazione sui social

Programmare, lavorare con costanza e rispettare le scadenze: questo è il segreto capace di rendere i social un’attività ricreativa e lavorativa, che ti permetta di promuovere la tua musica dandoti del tempo e delle scadenze precise. Stabilisci quale giorni vuoi dedicare alla cura della tua piattaforma social, quale ora del giorno e quante volte a settimana credi sia necessario dedicarvi per rendere l’attività produttiva e regolare.

2. Pre-pianificare i messaggi

A seconda dei tuoi impegni e della tua gestione del tempo, puoi usufruire della possibilità di programmare in anticipo i tuoi contenuti: Facebook e programmi come Hootsuite permettono di dedicare una giornata intera a programmare e preparare il lavoro di pubblicazione dei post di un’intera settimana.

3. Delegare i diversi social

All’interno della band per rendere più efficace e massiccia su più piattaforme la vostra presenza sui social, potete organizzarvi in modo tale che ciascuno curi una diversa piattaforma social. E se avete poco tempo perché non richiedere una figura specifica che se ne possa occupare per voi? Alle volte basta anche un amico o un familiare disposto a dedicarvi del tempo e sostenere la vostra attività.

4. Essere professionali

E’ importante fare attenzione a mantenere quanto più professionale l’aspetto contenutistico della vostra pagina social. Certo, è bello cercare un contatto umano con i fan, far cadere delle barriere che possano generare delle distanze poco produttive, ma sforzatevi sempre di fare attenzione alla pubblicazione di contenuti che abbiano un aspetto professionale.

5. Ignora i disturbatori

La caratteristica più evidente dei social, e che poi ne ha decretato il grande successo, è la possibilità di condividere contenuti con tutti e quindi di poterli sottoporre automaticamente all’opinione di tutti. Spesso tra i tuoi fan potrebbe esserci qualcuno che piuttosto di intavolare discussioni produttive e di confronto, voglia semplicemente perdere tempo. Si chiamano troll o nemici, e il segreto è non cedere alle loro provocazioni: basta non rispondere, perché se lo fai rischi solo di perdere tempo, e tu non puoi perché hai impegni più importanti come la realizzazione e la promozione della tua musica.

Read More →
Music-vvideos

Promozioni Video: 5 idee per un artista emergente

 

5 idee da non sottovalutare



Tra le attrattive tecnologiche di oggi, il video è ciò che mai potrebbe mancare alla tua promozione e sul tuo sito web: non solo è un fattore che ti aiuterebbe ad attirare più visite, ma rende anche più piacevole l’esperienza di visita dei tuoi fans.

Oggi realizzare video è diventato semplicissimo: con un buon programma puoi creare, montare e postare un video che può entusiasmare i tuoi fans più di un qualsiasi post di un blog.



E soprattutto puoi sfruttare i tuoi video per convincere ad acquistare la tua musica: non si tratta di realizzare una “televendita”, ma di realizzare un video che si concentri su di te e sulla tua musica ma anche sul rapporto tra te e i tuoi fans. Ecco di seguito 5 idee di video che potresti fare per attirare l’attenzione dei tuoi fans.




1. F.A.Q Video: si tratta di realizzare un video in cui rispondi alle domande più frequenti dei tuoi fans: è un’occasione per offrire al tuo pubblico un pezzo della tua storia, raccontare chi sei e parlare del rapporto che hai con la tua musica….insomma tutto ciò che può legare un legame ancora più ravvicinato con i tuoi fans. E non dimenticare di ricordare dove possono ascoltare e acquistare la tua musica.




2. Raccontare una storia. Mai sottovalutare la potenza emotiva che può suscitare una storia: non deve essere necessariamente la tua storia, ma anche quella di un album, di una canzone o semplicemente di un live importante. Questi piccoli retroscena aiutano a creare una speciale empatia con i fans. Magari racconta la storia di una canzone, suonala e poi rinviali a dove possono riascoltarla e acquistarla.




3. Presenta un tuo cd o qualcosa che hai realizzato. Mai visto quei video in cui si recensiscono i prodotti acquistati dagli utenti? Bene, si tratta di fare una cosa del genere ma con il tuo materiale, ad esempio un cd prodotto da te: mostra come è impacchettato il cd, cosa troveranno all’interno i tuoi fans e cosa devono aspettarsi da questo nuovo lavoro.




4. Realizza un videoblog. Oggi è un tipo di video molto diffuso, e si tratta semplicemente di condividere qualcosa con il proprio pubblico: puoi raccontare di te, del rilascio di una tua canzone o persino realizzare un mini live. E’ un contatto più interattivo che può incoraggiare ad iscriversi al tuo canale e a seguire i tuoi aggiornamenti . Ricorda di aggiungere i tuoi contatti alla fine di ogni video oltre ad un link che rimandi alla tua musica.




5. Realizza un video musicale. Certo sentendo “video musicale” potreste immediatamente pensare a quelli che trasmettono su MTV e magari girati con un budget non indifferente ed una certa lavorazione. Oggi però la tecnologia è alla portata di tutti e si può realizzare un buon video anche con piccole cifre: ciò che conta è l’idea e sicuramente una qualità video accettabile, date spazio alla vostra creatività e vedrete che un video darà tutta un’altra faccia al vostro singolo.






” Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo utilizzando i pulsanti qui sotto. Grazie ! ”





Banner 2



Read More →

INSTAGRAM : 6 dritte per aumentare i tuoi follower





Instagram con i suoi 800 milioni di utenti attivi ( 500 milioni al giorno), è una delle piattaforme social media con maggiore visibilità per costruire la tua community online. Ti permette di coinvolgere i fan, intrattenerli e farti conoscere attraverso video e foto, creando un fanbase che tenderà a crescere. Ecco allora alcune strategie giuste per aumentare i tuoi followers su Istagram.




1. Racconta la tua storia


Pensa ad Instagram come un blog-diario attraverso il quale raccontare la tua storia: scegli i contenuti giusti che mostrino chi sei come artista, creando così un feed consistente. Registrazioni in studio, interessi musicali, gusti culinari, moda e spiritualità sono alcuni esempi di contenuto interessante e che generano curiosità.




2. Decidi come personalizzare le tue foto


Quando qualcuno visita il tuo profilo, le prime 9 foto devono saltare all’occhio: decidi allora il tipo di colore che caratterizzerà le tue foto: vivaci, accattivanti, bianco e nero, monocromatico o minimalista. Scegli se le tue foto debbano avere una sfumatura tendenzialmente più calda o fredda. Un’applicazione che vi può essere molto utile per modificare le vostre foto è VSCOCam.




3. Posta costantemente


Oltre ad avere quindi un tema costante nelle vostre foto ed una personalizzazione riconoscibile, è importante postare anche con una certa costanza per riuscire a tenersi stretti i proprio follower. Pubblicazioni troppo sporadiche rischierebbero di far calare l’attenzione dei vostri fan. La formula migliore sarebbe quella di posta almeno tre volte al giorno, anche programmandoli con app come Hootsuite e Later per essere sempre in cima alla top dei social.




4. Usare i giusti hashtag


Immagina che i tuoi hashtag rappresentino il tuo brand e ciò che i tuoi fan cercano su Instagram. Attraverso un’applicazione come Iconosquare puoi scoprire quali sono gli hashtag popolari tra i tuoi fan, aggiornarli mese per mese così da seguire le tendenze del momento e conoscere sempre gli interessi della tua community.




5. Interagisci con la community


Per poter catturare follower, ricevere like e commenti, devi essere il primo a farlo da utente. Attraverso contest fotografici e domande potete attivamente coinvolgere chi vi segue, tenendoli sempre aggiornati sulla vostra attività e mantenendo con loro un contatto costante. Impegnatevi una volta a settimana a connettervi con gli account Instagram della vostra community




6.Posta al momento giusto


Per far crescere la vostra community, devi postare al momento giusto: al mattino, al pomeriggio, per rintracciare i fan collocati in zone differenti del globo. Per identificarli e studiare le loro abitudini, per almeno un mese, così da capire in che modo poter sempre interagire con loro in tempo reale può aiutarvi Iconosquare.





Banner 2




Read More →

Promozioni Low Cost ?


Soluzioni a basso impatto economico 







Ne abbiamo parlato spesso in articoli precedenti su come ci siano dei modi per promuoversi low cost quando si è all’inizio del proprio progetto musicale. Ogni tanto una spolveratina a questi argomenti può aiutare le giovani band  a pensare seriamente che ci si deve rimboccare le maniche quando non ci sono soldi per le promozioni.

 Oggi come non mai la promozione è una carta che una band o un’artista deve sapersi giocare bene: all’inizio però i soldi sono pochi. Servono diverse attività per far emergere la band ed è molto difficile spendere grandi somme per un’intensa attività di promozione. Il web però viene incontro agli artisti e band grazie a piattaforme online / social network a cui basta la semplice iscrizione e la buona volontà di imparare come sfruttarle al meglio per una buona promozione.

Chiarito ciò sarà lecito chiedersi cosa in pratica si possa davvero fare per iniziare una promozione musicale. Di seguito vi suggeriamo degli accorgimenti di marketing a “buon prezzo”.




Il marketing attraverso i social network



I social network sono fondamentali per le tue attività di marketing e promozione: possono aumentare il numero di fans, contribuire alla diffusione di una news in modo rapido e rendono la comunicazione semplice ed immediata. Per un’artista oggi rappresentano una fonte di successo inestimabile: utilizzali al meglio.




Promuovi la tua musica su Facebook



Una pagina Facebook offre un accesso libero e globale a milioni di persone. Molto utile è collegare la propria pagina facebook, una volta realizzata, al proprio sito web così che le informazioni basterà scriverle una sola volta per assicurare la loro presenza e lettura su entrambi i canali.
La vera risorsa di una pagina facebook è che i tuoi aggiornamenti possono essere condivisi dai fans con altri utenti: quindi se stai lavorando bene, se la tua musica piace ci sarà possibilità di un passaparola che arricchirà il tuo numero di fans. Per questo non sottovalutare mai l’interattività che ti offre Facebook: comunica con i fans, coinvolgili attivamente nelle tue attività e soprattutto premiali con contenuti esclusivi incitandoli ad iscriversi anche alla tua mailing list.




Promozione musicale su Twitter



Twitter è un social network che se ben usato può essere davvero uno strumento di marketing molto utile per un’artista. Utilizzalo per interagire con i fan, informare sul tour e sulle uscite e rilasci dei tuoi album e singoli, posta foto e backstage di una sessione di registrazione… insomma tutto ciò che desideri condividere. Una buona idea è che ciascun membro della band disponga di un account twitter personale.

Le persone amano interagire con i musicisti, essere aggiornati sulle loro attività perché questo li fa sentire parte di un progetto, rende la musica più reale e il desiderio di supportare quel musicista cresce attraverso questo tipo di interazione. Il bello di Twitter è che puoi decidere quante informazioni condividere, se poche o molte: in questo modo puoi creare una linea di demarcazione rilevante tra il tuo pubblico e il tuo privato.
Aggiungi alla tua rete di twitter altri artisti o addetti ai lavori come dj, manager, stazioni radio e case discografiche: molti di loro sono davvero attivi su Facebook e potrebbero aprirti delle porte importanti, quindi presta sempre attenzione ai contenuti da loro postati.




SoundCloud



SoundCloud è una piattaforma semplice e agevole che ti permette di caricare le tue nuove canzoni condividendole con il pubblico. E se vuoi sapere cosa ne pensano i fans del tuo nuovo demo basta proprio utilizzare questo veloce music player gratuito, dove ritrovare i tuoi mp3 e condividerli poi sul tuo sito web, su Facebook e su Twitter.



Il sito web della band



Il fondamento della tua attività di marketing parte dal possedere un buon sito web: non parliamo di social network o pagine di simile natura ma di un vero e proprio sito web che inizia con “www”, che porti esclusivamente il tuo nome. Questo perché il tuo sito web diventerà un biglietto da visita, la carta d’identità della tua band a cui ogni fan potrà accedere per essere sempre informato su novità ed eventi che ti riguardano. Quel nome però deve anche essere un nome semplice e facilmente memorizzabile, perché la gente deve riuscire a trovarti in poco tempo online: se quest’operazione di ricerca richiede troppo sforzo, per quanto possano amare la tua canzone prima o poi rinunceranno. Deve essere quindi qualcosa di specifico, e non di generico.
Ottenuto quindi un sito web dal buon indirizzo e soprattutto rintracciabile, bisogna valorizzare nel modo giusto i contenuti. Una facile navigazione e una chiarezza nei contenuti aiuteranno i fans nella navigazione sul vostro sito ma anche nel reperire informazioni su tour, album e qualsiasi tipo di novità.




Promuovere la tua musica fuori dal web: poster e flyer



Come è importante farlo online, così è importante saper promuovere bene la propria musica anche fuori dal web: un modo semplice e veloce sono sicuramente poster e flyer, che possono essere sia semplici e stampati a casa o più elaborati e colorati stampati dal tipografo, in base alla propria disponibilità. Anche in questo caso per la stampa ricorda sempre di rispettare il budget della band: valuta quindi quanti ne servono, il costo della carta e dell’inchiostro.

Assicurati di includere le giuste informazioni sui flyer: il nome della band, il logo, data e luogo dello show e anche il tuo indirizzo web. Ricorda sempre di utilizzare i colori e i caratteri giusti, così da risultare subito leggibile ed evidente. Date giusto peso a tutte le informazioni: se ad esempio il flyer riguarda la data di rilascio del vostro album mettete bene in evidenza il nome della band e la data, sono particolari da non trascurare perché non avrebbe senso stampare un alto numero di flyer se poi rischiano di essere illeggibili.




Dove distribuire flyer e poster



Quest’operazione, tenendo conto anche delle leggi di ogni luogo, va fatta con una certa logica: cerca di comprendere bene il tuo target di pubblico, e pensa quali sono i luoghi che frequentano in genere. C’è qualche concerto di rilievo nazionale? Coinvolgete i vostri amici e colleghi a distribuire i vostri flyer all’uscita del concerto, così da invitarli ad un evento che potrebbe interessarli allo stesso modo.
Se ad esempio il vostro sound è amato particolarmente dagli studenti universitari, distribuite flyer o lasciate poster nelle zone dell’università: parla loro anche della tua band, e convincili a venire a sentire te e la tua band in compagnia di amici e colleghi.
Inoltre espandi il verbo anche nella tua zona: ristoranti, centri commerciali, pub, hotel, librerie, negozi di musica sono tutti luoghi che possono catturare l’attenzione dei vostri potenziali fans.




Banner 2



Read More →

Facebook per Musicisti: le basi per usarlo al meglio





Facebook è una grande risorsa per i musicisti: oggi infatti è il social più utilizzato per promuovere la propria musica, eppure non tutti lo usano nel modo giusto: alcuni hanno delle aspettative e concezioni sbagliate su Facebook, per non dire irreali alle volte.

Per cosa NON DOVREBBE essere usato Facebook



Facebook non è uno strumento per acquisire persone sconosciute per farle diventare fan: molti cadono in questa credenza . Certo , non è del tutto errato, Facebook offre questa possibilità ma semplicemente non è la sua priorità: acquisire fan pensando di cercarli a caso ed invitarli a mettere mi piace sulla tua pagina a random, semplicemente non funziona. A meno che non si tratti di fan che hai tra i tuoi amici o di amici di fan che condividono qualcosa della tua musica, agire così non ti porterà lontano.



Per cosa DOVREBBE essere usato Facebook



Ok, Facebook non serve ad acquisire sconosciuti per farli diventare fans, allora a cosa serve?

1. Costruire durature relazioni con i fan già esistenti

2. Aggiornare regolarmente i tuoi fan sulle tue attività, generare quindi un costante feedback verso il tuo sito e tutto ciò che riguarda la tua musica

I benefici che ne derivano sono molteplici. Certo puoi avere lo stesso risultato attraverso il tuo sito web o con la creazione di una mailing list, e quelli sono essenziali per comunicare, ma Facebook è uno strumento indispensabile da aggiungere al tuo arsenale. Se vuoi mandare email ogni giorno a chi fa parte della tua lista, la gente potrebbe stancarsi e richiedere di essere cancellata, ma se invece quelle informazioni che invii via mail le posti ogni giorno su Facebook, quelle persone avendo messo mi piace saranno interessate ad essere aggiornate.



Non vi aspettate però un effetto immediato da Facebook: i fan cresceranno gradualmente, come la tua carriera, per questo usate con intelligenza i vostri strumenti.




Come promuovere la tua musica su Facebook in cinque punti





Mantieni in attività la tua pagina Facebook. Aumenta l’interattività e i fan.

Sicuramente alcuni avranno sentito parlare di EdgeRank: si tratta di un sistema che determina quante persone che hanno messo mi piace alla tua pagina seguono effettivamente i tuoi aggiornamenti. Quanto più sarai visualizzato da una persona, maggiori saranno gli aggiornamenti della tua pagine che potrà visualizzare. Per ottenere quindi un buon EdgeRank, devi aggiornare la tua pagina regolarmente e destare la curiosità delle persone: questo ti aiuterà non solo a costruire un rapporto con i tuoi fan, ma anche a tenerli maggiormente informati sulla tua attività.

-Collega Facebook al tuo sito web

Facebook può essere utilizzato per indirizzare i tuoi fan a nuovi post e aggiornamenti sul sito: allo stesso modo però si vuole indirizzare le persone dal sito web alla pagina facebook, ed è per questo che la soluzione migliore è collegare entrambi. Puoi fare il collegamento dove vuoi, anche se è consigliabile crearlo sulla sidebar di ogni pagina, facendone un link ben visibile, meglio se un box.
Sulla tua fan page, assicurati che il link al tuo sito web in cima alla sezione dedicata alle informazioni, e in almeno uno su quattro dei tuoi post, ma non in più della metà. Concentrati a condividere molte immagini, e magari testi di canzoni. Elementi che possono destare curiosità, come anche lanciare un sondaggio o delle domande ai tuoi utenti.

-Menziona la pagina Facebook nelle tue mail

Rendi nota, oltre al sito web, anche la pagina Facebook nelle tue mail: informali che attraverso la bacheca posso comunicare con te e interagire con tutti i fan: è un ottimo modo per aumentare le visite e vedere crescere i mi piace.

-Interagisci con le persone di altre pagine quando arrivano sulla tua pagina

Sicuramente ci sono altri musicisti che condividono con te le stesse persone, che appartengono ad entrambi i fanbase: un modo per entrare in contatto può essere quello di scrivere l’uno sulla pagina dell’altro,così da far capire ad entrambi i fans che fate lo stesso tipo di musica. Possono nascere anche delle collaborazioni interessanti, oltre ad avere la possibilità di mostrarti ad un target molto vicino al tuo. Assicurati inoltre di mantenere solida e chiara la collaborazione che si inizia, così che entrambi possiate trarne vantaggio.

-Rimuovi qualsiasi spam o commento negativo

Quello che di certo non vuoi sulla tua pagina è la negatività: capita a volte di imbattersi in pagine con commenti che accusano il musicista di non saper suonare, che la sua musica è spazzatura….e la cosa più grave è che restano lì. Questo è un grande errore!
La libertà di pensiero è fondamentale ed è un conto, ma questa è la tua pagina e chi non ha voglia di seguirti e non ti sopporta, meglio si allontani. La tua pagina Facebook è una delle tue carte di promozione, per questo è importante dare il giusto messaggio: fa parte della tua immagine, ed il messaggio deve essere chiaro e pulito. Ti affideresti mai ad un’azienda di cui gli utenti ne parlano male? E’ proprio lo stesso.
Allo stesso modo devi disfarti dello spam: cancellali. Devi creare uno spazio gradevole per i tuoi fan e per la tua musica, e tutto quello che non serve ed è immondizia sulla tua bacheca va cancellato.




5 errori da evitare quando promuovi la tua musica su Facebook





1. Non hai una pagina Facebook

Mai pensare che un profilo possa promuovere la tua musica. Crea sempre una pagina Facebook esclusivamente dedicata alla tua attività musicale: le due pagine hanno opzioni diverse, perché nascono con due nature differenti.

2.Mandi ripetutamente inviti per mettere Mi piace alla tua pagina

Quando crei una pagina, naturalmente chiedi ai tuoi amici e contatti di mettere mi piace. E’ l’occasione per iniziare a far guadagnare fan alla tua pagina. Una volta che l’hai fatto però, non mandare ripetutamente inviti successivamente: se le persona hanno davvero intenzione di mettere mi piace, lo faranno al primo invito, e se non lo fanno vuol dire che non hanno interesse per la tua musica. Lascia che i fan crescano gradualmente, non forzare le situazioni: è così che avrai una pagina piena di veri fan.

3. Se usi regolarmente un profilo Facebook non mandare richieste di amicizie a random

Ok, sei hai deciso di usare il tuo profilo come tua pagina personale da musicista devi seguire però qualche regola: ad esempio, non puoi mandare richieste d’amicizia a caso nella speranza che si interesseranno alla tua musica. Questo non significa avere dei fan, ma semplicemente riempire un account di persone che non ti prenderanno mai sul serio, oltre che non interessarsi mai alla tua musica. E’ un lavoro quindi inutile se sviluppato in questo modo.

4. Non interagisci con i tuoi followers

Immaginiamo che qualcuno scriva sulla tua bacheca e ti chieda quando suonerai: se risponderai, il tuo commento va a tuo grande vantaggio perché chi ha scritto vedendosi risposto e preso in considerazione, sarà più motivato in futuro a seguire i tuoi aggiornamenti. Se non rispondi, questa reazione potrebbe ritorcersi contro di te. Se il tuo fanbase è ancora modesto e in crescita, non c’è motivo per cui tu non debba rispondere.

5. Posti informazioni e materiali che interessano solo a te

La tua carriera non si concentra esclusivamente su di te: ci siete tu e i tuoi fan. Se tu continui a lavorare è grazie a loro. Se tu non dedichi loro la minima attenzione, o lo fai solo quando c’è una posta in gioco credi che avranno voglia di continuare a seguirti?
Per questo falli sentire speciali: condividi anche link utili a loro, sorprendili, interagisci con loro e ringraziali per il sostegno che ti offrono. Questo punto è importante su qualsiasi piattaforma tu abbia deciso di comunicare, e costruire un rapporto duraturo con loro.





Banner 2

Read More →
twitter

20 errori che le band fanno su Twitter

Twittare nel modo giusto

Come Facebook anche Twitter se usato con attenzione può rivelarsi un grande strumento di promozione e condivisione della tua attività musicale: usare Twitter nel modo giusto può rivelarsi una grande motore di ricerca per adescare nuovi fan.

Facebook è perfetto per far crescere il fanbase, ma ancheTwitter è un luogo adatto per trovare nuovi fan . Se si vuole ottenere il meglio anche da Twitter, è importante che le band imparino a non fare degli errori: eccone alcuni dei più comuni.

1. Non collegare il profilo al proprio sito web

E’ così semplice, eppure sono tantissime le band che non lo fanno. E’ fondamentale collegare il proprio profilo Twitter al proprio sito web, basta immettere il link, senza dimenticare di scrivere qualche riga sulla propria musica, suggerendo i gruppi che più si avvicinano al proprio genere musicale. Occhio a caricare una foto chiara della band e non un anonimo logo.

2. Non twittare con regolarità

Non c’è modo di attirare l’attenzione su Twitter se non twitti: a differenza di Facebook, su Twitter i post devono alternarsi con una certa regolarità, che siano per lo più colloquiali e non freddi stati.

3. Automizzare i tweets

Ci sono alcuni account che si possono automatizzare tramite applicazioni, che consistono semplicemente nel dare brevemente notizie scritte in precedenza e programmate per uscire a tempi prestabiliti. Questo però non aiuta la band, si vede benissimo che sono automatizzati e si perde facilmente interesse quando è un robot a postare. Ci deve essere sempre una persona dietro ogni stato.

4. Non automizzare nessun tweets

Anche se l’automatizzazione dei post può scoraggiare i followers, si può risparmiare molto tempo scegliendo di automatizzare qualche tweet. Ad esempio se hai un blog puoi impostare che ad ogni nuovo post si generi un tweet in automatico, oppure non appena sia pubblicato un nuovo video di Youtube o una nuova data del tour.

5.Non interagire con chi ti segue

Il Web 2.0 è fatto per l’interazione! Se vi limitate a condividere tweet senza rispondere a commenti e domande, allora l’account è totalmente inutile. Rispondete ai post, ri-twittate i post dei vostri colleghi e fan, create delle iniziative che rendano attivo il vostro account e che soprattutto confermino che dietro quella pagina c’è una persona viva.

6. Promuovere la tua musica per tutto il tempo

Se twittate continuamente link che pubblicizzino la tua musica, che si tratti di un nuovo singolo o di un nuovo album, prima o poi il numero dei follower finirà per assottigliarsi in poche ore. Soffermatevi invece a parlare di altre band, di musica, dei vostri interessi o magari proponete un argomento di discussione, supportate altri artisti. E’ questo che vi rende persone interessante e meritevole.

7. Non seguire gli altri Tweeter

Questo è il modo più efficace per ottenere follower, e soprattutto quelli giusti. Andate da un’artista che fa la vostra stessa musica e seguite le ultime 50 persone che hanno deciso di seguirlo: molte di queste decideranno di seguirvi o comunque lo faranno nelle prossime ore. Meglio puntare all’inizio sulle band più piccole che su quelle più blasonate. Fai lo stesso con diverse band, ma senza esagerare o Twitter potrebbe bloccarti l’account. Una volta raggiunta la quota di 2000, avrete bisogno di altrettanti 2000 followers prima di poterne seguire altri.

8. Non ricambiare i follow ricevuti

Dopo un po’ di giorni si dovrebbe verificare i followers ottenuti: se qualcuno può destare il vostro interesse, ricambiare il follow ricevuto. Consiglio di ringraziarli anche con un messaggio privato, così da instaurare un rapporto più diretto.

9. Non invitare i propri amici su Twitter

Uno dei modi più semplici per addentrarsi nel mondo di Twitter è quello di coinvolgere anche i propri amici reali: è così che possono nascere dibattiti interessanti, conversazioni simpatiche di botta e risposta che desteranno l’attenzione anche di chi ancora non ti conosce. E’ un buon inizio cominciare dai propri amici reali!

10. Non utilizzare altre applicazioni

Ci sono diverse applicazioni per utilizzare al meglio il vostro account Twitter, dalla pianificazione dei post all’analisi dei follower che hanno visitato in giornata il tuo profilo. Dedicarvi a queste applicazioni può aiutarvi a risparmiare tempo, a creare contenuti e a tenere d’occhio le visite per capire cosa c’è da ottimizzare ancora.

11. Non promuovere il proprio profilo Twitter

Sebbene aggiungere al vostro sito web gli aggiornamenti della vostra pagina Facebook può non essere una buona idea, avere però un feed Twitter sul vostro sito web può essere molto utile, perché incoraggia i vostri fan a seguirvi. Basta aggiungere semplicemente un logo che richiami la vostra presenza su Twitter.

12. Non usare gli hashtags

Ci sono due modi in cui puoi utilizzare gli hashtags: uno è usare gli hashtags più popolari per generare conversazioni che richiamino l’attenzione, mentre l’altro è quello di puntare su dei propri hashtags che attireranno immediatamente l’attenzione dei tuoi fan: può essere ad esempio, il titolo di un album, di un tour o di un singolo.

13. Non curare l’aspetto visivo

Le foto sono il modo più suggestivo ed efficace per aggiungere contenuti interessanti al tuo Twitter, e in questo la nuova tecnologia degli smartphone aiuta tantissimo: in qualsiasi momento è possibile scattare una foto, caricarla e condividerla con il mondo intero. La gente ama vedere le foto, già abbastanza grandi e chiare e se poi c’è anche un testo misurato, si incuriosisce ancora di più.

14. Non postare video

Questo è un errore che fanno molte band: i video sembra che non debbano avere molto successo su Twitter, quando invece questa piattaforma per la sua spigliatezza ed efficacia sarebbe perfetta. Accompagnate con una scritta il vostro video, non limitatevi a condividere link, e siate creativi: realizzate brevi clip durante il tour, in sala registrazione…

15. Non rendere condivisibile il contenuto

Se scrivete un blog post o decidete di condividere un video, avete bisogno dei pulsanti di condivisione attraverso i social. Potete usare Digg Digg o Add This per impostare i bottoni di condivisione. Oppure potete anche aggiungere un “Click to Tweet”. Insomma invitate i vostri seguaci a condividere nel modo più veloce i vostri contenuti.

16. Non promuovere da Offline

Dovreste sempre connettere Twitter ai vostri live show: basta farlo invitando i fan ad usare i giusti hashtags o caricando foto dell’evento: ad esempio se siete ospiti in una radio, potete pubblicare una foto prima di andare in onda, così da invitare i vostri fan a seguirvi e commentare. Non dimenticate di pubblicizzare il vostro account Twitter attraverso volantini, online e su biglietti da visita.

17. Non fare un elenco dei Followers

Può sembrare un po’ eccessivo realizzare una lista di followers, specie se si è alle prime su Twitter, ma presto scoprirete che si può perdere traccia dei propri seguaci in poco tempo. Realizzate quindi una lista delle persone che maggiormente interagiscono con voi, dividendo le band e chi è addetto ai media. In poco tempo così potrete essere sempre aggiornati sui tweet più importanti.

18. Non usare Twitter per ricercare concerti e recensioni

Twitter è una delle piattaforme migliori per rintracciare giornalisti, dj e promoter e altra gente del settore per costruire delle relazioni solide. Utilizzate quindi il motore di ricerca di Twitter per trovare le persone che si desidera raggiungere e seguirle, rispondete ai loro tweet. Solo dopo aver costruito delle relazioni vere, potrete chiedere consulenze circa la vostra attività musicale.


19. Non pianificare in anticipo


Twitter può essere fonte di conversazione e commenti istantanei, ma ciò richiede un’attività costante di utilizzo che non può limitarsi a dei semplici tweet di risposta. Pianificate quindi le vostre campagne di promozione, che siano finalizzate anche a creare interesse verso di voi e capire come potete migliorare la vostra comunicazione attraverso Twitter.

20. Non essere creativi

L’utilizzo di Twitter dipende esclusivamente da voi: quanto più sarete creativi più il vostro Twitter catturerà l’occhio del follower più curioso. Create quindi modi sempre più innovativi e iniziative a sorpresa per conquistare l’attenzione dei tuoi fan.

Usare bene Twitter è un processo lento, ma basta iniziare con il piede giusto per trarre il massimo vantaggio da questo social media.

Read More →
network

5 cose da fare prima di buttarsi nel Social Networking

Come iniziare al meglio la vostra promozione digitale



Alcuni semplici punti da tenere in considerazione prima di iniziare una campagna di promozione digitale.

Per i musicisti indipendenti, una campagna di Social Networking può essere una componente cruciale nella strategia di marketing che ti aiuterà a:



– Trovare nuovi fan
– Incrementare la tua influenza sul web
– Creare nuovi contenuti che possono essere utilizzati per continuare a costruire una base forte di fan attraverso i social media


Mentre tutti questi punti sono importanti obiettivi per un musicista, e non ci sono dubbi che una campagna digitale di promozione può aiutare davvero gli artisti a raggiungerli, molti musicisti hanno deciso di iniziare da subito ad attivarla. Ma senza una base iniziale che la renda possibile, nessun’artista andrà da qualche parte ed ecco allora cinque punti che dovrete assicurarvi di avere già in tasca prima di iniziare la vostra campagna.




1. Musica pronta al rilascio


E’ un punto fondamentale. Se non si dispone di musica da rilasciare, allora non hai bisogno di una campagna promozionale. Non importa quale direzione o nicchia stai mirando, se non hai musica disponibile da condividere con i media online(blog, webradio, podcast,..) allora starai sprecando tempo e denaro.

Lo scenario ideale è che tu abbia un Ep in arrivo( almeno di quattro canzoni) e che verrà rilasciato entro un mese. In genere, i bloggers non amano parlare di un prossimo rilascio se passerà ancora più di un mese dall’effettiva disponibilità.
Detto questo, è certamente possibile realizzare una campagna per musica che è già stata rilasciata precedentemente. Finché la musica è disponibile e c’è una storia unica da raccontare, una promozione digitale può effettivamente avvenire.
Nota: le tue canzoni devono essere registrate in modo professionale. Le track live sono belle se tu stai promuovendo il rilascio di un live, ma ugualmente la qualità deve essere ottima e professionale.




2. Un avvincente e professionale biografia


Una biografia scritta in modo professionale e originale, che comprenda anche una storia su chi sei e cosa ti rende speciale è il primo assetto di cui hai bisogno per una buona campagna di promozione(dopo la musica, s’intende!).
Molti blogger scrivono da se’ i loro contenuti, e si presenta spesso il caso in cui in cui un blogger ripropone una biografia allo scopo di creare abbastanza contenuti per il suo blog su una base consistente. Questa non è una notizia bella per te se la tua biografia si riduce ad un paragrafo in cui si dice che tu sei un musicista rock che spacca tutto.
E’ una buona notizia invece se disponi di una forte biografia! Il fatto che un blogger riproponga la tua biografia senza modificarla, vuol dire che hai l’opportunità di dire ai lettori le cose fondamentali che potrebbero conquistarli e farli diventare fan con qualcosa di intrigante e unico.
Una biografia originale ti può portare poco denaro, ma fa la differenza nella buona riuscita e o nel fallimento della tua campagna promozionale: è un assetto cruciale che riuscirai ad utilizzare a lungo anche alla fine della campagna promozionale.




3. Foto professionali per il promo


Tutti i bloggers vorranno una foto da abbinare ai loro contenuti, che includono anche la tua musica. Molti nuovi media stabiliscono un’alta qualità standard di caricamento e dunque potrebbero essere poche le foto di te o della tua band che possano essere davvero una garanzia di successo.
D’altra parte foto promozionali fatte bene, uniche e creative possono davvero fare la differenza per invogliare a condividere la tua musica attraverso i media online.




4. Una nicchia da conquistare


Identificare una nicchia a cui rivolgersi è una componente fondamentale per qualsiasi campagna promozionale di successo.
E’ importante sottolineare che la tua nicchia, in ogni caso, non ha bisogno di rispecchiare il tuo genere di musica. Di qualsiasi cosa tu sia appassionato, qualsiasi cosa parli della tua persona, o qualsiasi aspetto della tua cultura che aiuti a definire che tipo di persona sei e che musicista sei, rende grande la tua nicchia di seguaci.




5. Una presenza sui social media


Molti musicisti sottovalutano l’importanza dei social media in una campagna di promozione digitale.
Se la musica, la biografia, e le foto promozionali sono aspetti cruciali da avere quando si prepara una campagna di successo, ci sono delle ragioni per cui è importante che tu abbia una presenza massiccia sui social media:

1. Con così tanti artisti e pubblicisti digitali che inondano le caselle di posta dei produttori dei nuovi media, è inevitabile che si informeranno di quanto sia massiccia la presenza di ciascuno sui social media.
Questo non vuol di certo dire che dovrai avere una presenza sui social media molto vasta, come milioni di fan che seguano la tua pagina, ma vuol dire però che tu sia costante nella condivisione di contenuti ed elaborazione di post per i tuoi fan. Alla fine un blogger o un editore di un sito web è interessato a sapere se dedicando del tempo ad occuparsi della tua musica, tu sarai capace di ricambiare il supporto dividendo la loro creazione di contenuti con i tuoi fan, aiutandoli a costruire così anche una loro catena di seguaci.

2.Per una campagna digitale davvero effettiva, ogni contenuto ha bisogno di essere trasportato sui social media, così da mobilitare l’esistente fan base.
In altre parole, ogni nuovo contenuto è ciò che puoi usare per attirare l’attenzione dei fans, senza che tu abbia bisogno di dire “Ascolta la mia musica”… si tratta di un tipo di condivisione dei successi che assume le forme di un auto promozione più sottile, che appare molto più genuina e meno spudorata, rispetto a quelle che normalmente praticano i musicisti.
Anche per quanto riguarda il secondo punto, ribadiamo che non è importante avere milioni di fan a seguito, ma si tratta di avere una consistente strategia che riesca a includere quanti più spazi social media possibili come Facebook, Twitter, Pinterest, Blog e Newsletter. Ecco di seguito un esempio di come tu possa condividere i tuoi contenuti, rendendo la tua presenza costante:

Facebook: un post al giorno
Twitter: 2- 3 Tweet al giorno
Blog: minimo 1 post ogni settimana
Newsletter: 1 newsletter al mese
You Tube: minimo un nuovo video al mese(una canzone nuova, le prove in studio, una mini intervista)
Pinterest: una foto sul tuo spazio almeno una volta al giorno.



Read More →

Instagram: Hashtag per Musicisti

7 punti da non dimenticare per usare al meglio Instagram



Rispetto agli altri social, Instagram è quello dove saper usare e scegliere l’hashtag giusto è fondamentale. Su social come Facebook ad esempio, l’hashtag è un abbellimento e un potenziatore di ricerca, ma nel caso di Instagram saper scegliere l’hashtag giusto permette di rendere immediatamente rintracciabile il contenuto condiviso facendo aumentare i tuoi seguaci: è esattamente su questo che si basa Instagram, sugli hashtag che utilizzi con più frequenza e ti collegano con altri utenti.





1. Scegli hashtag rilevanti


Hai la libertà di poter inserire fino a 30 hashtag, ma non vuol dire che tu li debba inserire tutti: valuta quelli che possono essere realmente attinenti a quanto stai per condividere. Ad esempio se inserisco come hashtag #foofighters solo perché è ricercato da molti utenti ma il mio contenuto non ha nulla a che vedere con loro, questo sortirà solo pareri negativi. Diverso è se invece io ho condiviso un post dei Foo fighters.

La domanda da porti è “Cosa cercherebbero i miei fan ideali?” Ad esempio potrebbe accadere che utilizzando l’hashtag #musicmayfit, potresti catturare l’attenzione di persone che amano altri tipi di musica.




2. Dimentica gli hashtag spam


Rinuncia alla tentazione di usare hashtag spam come #f4f (follow for follow) , #follow, #s4s (share for share) e #l4l (like for like): certo all’inizio possono essere accattivanti, ma rischieresti di attirare il pubblico sbagliato, quello per cui conta semplicemente fare numero e non della tua musica. E a te un pubblico così non interessa di certo.




3. Aggiungi gli hashtag ai commenti


Aggiungere altri hashtag alla tua immagine può sembrare un piccolo spam, e se ne hai più di dieci, questo può ben presto annoiare i tuoi fan. Le persone sono su Instagram per condividere contenuti e interagire. Tanti hashtag possono far sembrare tutto finto e promozionale.

Meglio invece inserire gli hashtag nella casella dei commenti, così che non distraggano dall’immagine e non la “imbrattino”: funzionano infatti esattamente come gli hashtag soliti ma con la differenza che una volta che i tuoi seguaci lasceranno commenti, non saranno più immediatamente visibili.




4. Utilizza la funzione CERCA


La funzione “cerca”di Instagram diventerà uno strumento indispensabile una volta che ti aiuterà a scoprire gli hashtag effettivamente più utilizzati. Un primo metodo è quello di partire dalla barra di ricerca per cercare potenziali hashtag, e questo non solo metterà in risalto i più popolari ma ti darà anche suggerimenti sui possibili hashtag da utilizzare.

Se ad esempio fai musica post-rock puoi iniziare inserendo nella barra spaziatrice #postrock, e da lì ancora agganciarti ad altri come #postrockmusic o #postrockband, e ancora #ambient, #ambientmusica, #ambientnotes, #ambienttones. Per ogni hashtag cliccandoli puoi scoprire i tipi di contenuti che vi sono collegati e vedere quanto siano vicini ai tuoi.



5. Impara dagli altri artisti


Un altro metodo è quello di prendere spunto dagli artisti che suonano musica simile alla tua, per raccogliere altre idee: se vedi degli hashtag che catturano la tua attenzione, cliccaci e scopri a quale tipo di contenuto sono stati associati. Ovviamente attenzione a non copiare hashtag esclusivamente creati da una certa band o un certo artista: non ti conferirebbe una buona immagine. Bene è prendere spunto, ma non copiare!




6. Usa gli hashtag per connetterti con gli altri


In genere gli hashtag sono una strategia per attirare fan, ma su Instagram la cosa funziona un po’ diversamente: spesso a diventare follower di artisti sono gli altri artisti.  Si crea così una comunità di supporto e condivisione tra musicisti che suonano lo stesso genere, e l’uno segue l’altro supportandosi, attraverso commenti e like. Molto utile quindi è partire dalla famosa pagina Explore di Instagram per rintracciare artisti che suonino la tua stessa musica, iniziare a seguirli e supportarli. Vedrai che anche loro faranno lo stesso con te.




7. Metti alla prova i tuoi hashtag


Gli hashtag giusti non si individuano mai al primo colpo: sperimenta, inventa, prova e analizza per capire quali riescono ad essere più efficaci.

A differenza di social come Facebook e Twitter, Instagram non ha strumenti analitici a disposizione ma ci sono alcune app che possono aiutarti a monitorare il tuo account, come Iconosquare che offre un servizio di prova di sette giorni, dopo il quale potrai scegliere se continuare ad utilizzarlo con un pagamento annuale. Sprout Social offre invece un mese di prova e infine interessante è anche Squarelovin.




Read More →

4 regole base per il successo della tua promozione

Mi viene chiesto spesso come vadano preparate le varie campagne promozionali per lanciare un singolo, un ep, un album o un progetto musicale .
Dando per scontato che non esiste ( ne esisterà mai ) la regola d’oro che funziona per tutti, ho di seguito elencato 7 punti che ritengo necessari affinché ogni promozione abbia successo.


STRATEGIA

E’ indispensabile prendersi del tempo per stabilire quale sia la strategia che si adatti meglio al tuo progetto musicale e per poterlo fare devi avere ben in mente quale risultato intendi raggiungere con questa strategia.
Prenditi il giusto tempo per capire bene cosa vuoi fare con la tua musica e che traguardi intendi raggiungere. Stabilito quelli, studia la strategia più adatta.

Anche l’aereo più bello,tecnologico e veloce al mondo , non ti porterà da nessuna parte se il pilota non sa quale sia la meta da raggiungere.




FORMATO DEI CONTENUTI

In base alla strategia che intendi usare, prepara una lista di formati in cui il tuo materiale deve essere preparato: Video, musica in streaming, Cd , interviste, press Kit….
Non perdere tempo a preparare contenuti che poi non serviranno al tuo scopo, focalizzati su pochi ma che siano realizzati professionalmente. Qualità vince sempre sulla quantità !




PIATTAFORMA

Facebook, Twitter, Instagram, Google+ , Sito Web

Fai una ricerca per capire in quali piattaforme i tuoi fans o le persone che credi possano essere interessate alla tua musica , si trovano abitualmente. Prendi familiarità con queste piattaforme e veicola il tuo materiale su di esse.
Il web è una fonte inesauribile di informazioni dunque con una semplice ricerca google potrai trovare manuali, trucchi e consigli per ogni piattaforma tu intenda usare.




TRACCIA I RISULTATI

Se non sai a che punto ti trovi con la tua promozione, non sai neanche se stai facendo bene o male. Stabilisci un metro di misura per capire se la direzione che hai preso è quella giusta.
Indicatori possono essere: numero di download delle canzoni, nuovi mi piace sulla pagina, visite al sito, condivisioni, commenti ecc..
Non prendere in considerazione tutti questi indicatori allo stesso momento ma focalizzati su uno alla volta e imposta un traguardo da raggiungere per ognuno di essi spostandolo di volta in volta.







 

Read More →